02 | 10 | 2014
Il MIUR comunica le date delle prove di esame 2015...

Con l' ordinanza n. 43 . prot. n. 608 del 6 agosto 2014, il MIUR  [ ... ]

Retribuzione: ore eccedenti

Ore eccedentì


Le ore eccedenti di insegnamento rispetto a quelle d'obbligo, che non rientrano nelle attività aggiuntive d'insegnamento, sono compensate, a norma dell'art. 70 del CCNL del 4.8.1995, in ragione di 1/78 dello stipendio tabellare in godimento. Il CCNL del 24 luglio 2003 ha previsto dal l o gennaio 2003 il conglobamento dell'indennità integrativa speciale nello stipendio tabellare e ciò ha evidenti riflessi sull'ammontare del compenso spettante per lo svolgimento di queste ore.

Per le ore eccedenti prestate in sostituzione di colleghi assenti, il compenso resta quello stabilito dall'art. 3, comma 10, del DPR n. 399/88 ed è pari

ad 1/65 dello stipendio tabellare iniziale della qualifica di appartenenza, per i docenti della scuola secondaria, ad 1/87 per i docenti della scuola primaria e ad 1/90 per i docenti della scuola dell'infanzia.

Il compenso orario per le attività di approfondimento negli istituti professionali è di 1/78 dello stipendio tabellare in godimento. A carico del fondo di istituto è posta la differenza tra 1/78 e la somma di € 35,00, che era stata definita quale compenso forfetario.

Il compenso orario per le attività complementari di Educazione Fisica svolte nell'ambito di uno specifico progetto contenuto nel POF, può essere di 1/78 della misura oraria maggiorata del 1 0%, come previsto dall'art. 70 del CCNL del4 agosto 1995, ovvero può essere corrisposto in modo forfetario e può riguardare solo docenti di Educazione Fisica in servizio nell'istituzione scolastica.

 

cisl

Condividi

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Psicologia a Scuola
In Evidenza
Condizioni